Collegati | Registrati

Carta dei Valori: come e perché crearla

Dare valore ai valori. Un esempio in azienda

dav

Venerdì 26 ottobre è stata una giornata importante per OPES Risorse.

I nostri consultant Marco Toffanin, Paolo Bigotto e Giovanni Vitale hanno presieduto l’incontro conclusivo di un progetto che ci ha visti partner dello sviluppo e dell’evoluzione di un importante ente previdenziale, nostro storico cliente.
Abbiamo collaborato con un gruppo di 20 persone per 4 intensi mesi di lavoro, dando vita alla Carta dei Valori, documento che è stato presentato in occasione dell’appuntamento conclusivo di venerdì scorso, alla presenza del CdA.
La soddisfazione del Consiglio di Amministrazione è stata la pietra miliare di un percorso di sviluppo e condivisione di questo documento che verrà esteso a tutti i collaboratori dell’ente, a dimostrazione del fatto che mission e vision non sono semplici artefatti culturali ma reali e solide consapevolezze che danno sostanza al modus vivendi all’interno dell’azienda stessa.

Di che cosa si tratta:
La Carta dei Valori è solo la punta dell’iceberg che metaforicamente costituisce un lungo percorso, fatto di incontri in plenaria e in gruppo, dedicati ad un team di 20 protagonisti che hanno identificato quali fossero i valori costitutivi dell’azienda, tali da essere diffusi all’interno e divulgati all’esterno.
La Carta dei Valori raggruppa tutte le parole chiave che descrivono il valore aggiunto dell’azienda. Ma poiché l’azienda non è solo struttura, abbiamo affrontato la categorizzazione tipica delle teorie della cultura organizzativa e del capitale intellettuale, raggruppando in questo modo le Keywords identificate in tre grandi gruppi:
- i Valori del Capitale Umano
- i Valori del Capitale Strutturale
- i Valori del Capitale Relazionale.

Attraverso incontri a cadenza ritmata, abbiamo discusso insieme su quale fosse il “peso” di ciascuna parola chiave individuata dai protagonisti del percorso, per far sì che il documento che ne sarebbe uscito fosse lo specchio più limpido delle caratteristiche che l’azienda incarna.

I nostri consulenti Marco Toffanin, Paolo Bigotto e Giovanni Vitale hanno costantemente affiancato il gruppo.
In primis, effettuando interviste e workshop rivolti all’analisi della cultura esistente, per far emergere da una parte le consapevolezze e dall’altra i dubbi, essenziali tanto quanto le prime; in secundis, elaborando sotto forma di analisi culturale e strategica quanto rilevato in fase iniziale nonché di individuazione di piani di azione per l’immediato futuro e a lungo termine, cercando di trovare insieme le risposte.

Da ciò, la realizzazione di un “manuale d’uso” come la Carta dei Valori, che nero su bianco definisce gli obiettivi, le aspettative, le speranze e le consapevolezze di un’azienda che crede nei propri collaboratori e nell’impegno costante al miglioramento che essi stessi promuovono all’interno della propria realtà.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Devi essere autenticato per lasciare un commento.