Collegati | Registrati

I modelli contabili non sono più sufficienti a raccontare il valore di mercato di un’azienda, sono un indicatore parziale delle potenzialità di un’organizzazione.

bilancio degli intangibili

   Paolo Bigotto, business partner di Opes risorse, propone un modello per la misurazione e la gestione del valore di un’azienda.

 

Il patrimonio Intangibile di un’azienda, anche chiamato Capitale Intellettuale, supera molto spesso il valore contabile ed è costituito da diversi elementi secondo la seguente macro-struttura.

BILANCIO INTANGIBILE

Cosa misurare

È necessario indagare e valorizzare i meccanismi attraverso i quali l’azienda crea valore. Questi “meccanismi” dipendono da molti aspetti: il settore di appartenenza, il mercato in cui si opera, il modello di business scelto, la cultura organizzativa e le ambizioni strategiche dell’azienda. Le modalità attraverso le quali si crea valore, infatti, sono una caratteristica specifica di ciascuna azienda.

Come misurare

Una volta identificato cosa sia necessario misurare, la misurazione viene affidata ad un’integrazione tra numerosi strumenti adatti a fornire indicazioni valide nell’ambito dell’Intangibile. Possono essere utilizzati questionari, strumenti per la rilevazione del client/customer satisfaction o della people satisfaction e via dicendo.

Perché misurare

Il processo di misurazione degli asset intangibili di un’azienda può essere utilizzato:

      –  come strumento di assesment ad uso della Direzione Generale e della Direzione Risorse Umane;

      – come strumento di identificazione e promozione del valore complessivo dell’azienda nei confronti di interlocutori esterni.

Per un approfondimento leggi l’articolo “MISURARE IL CAPITALE INTELLETTUALE: COME, COSA, DOVE, QUANDO

Powered by Paolo Bigotto